Per i non addetti ai lavori il termine Fine Art potrebbe semplicemente voler dire “Belle Arti”, ma in fotografia descrive la modalità di stampa capace di creare un prodotto che sia la sinergia perfetta tra tecnica e qualità.

Il digitale ha creato una vera rivoluzione in ambito fotografico, ampliando le potenzialità dell’arte fotografica, ma in un certo senso “snaturando” la Fotografia stessa, che sempre più spesso rimane relegata ad una dimensione – appunto – digitale, senza più approdare a quello che sarebbe il suo punto d’arrivo naturale: la stampa.

Non smetteremo mai di consigliare di stampare le foto, prima che vengano inghiottite dal “nulla” della Rete: su qualunque supporto, di qualsiasi valore, purchè non dimentichiate i vostri ricordi su un hard disk.

Se però siete in cerca di una qualità superiore per un’immagine che magari vorreste appendere al muro di casa o dell’ufficio, la stampa fine-art è quello che fa per voi.

Si tratta di un processo di stampa che passa attraverso un lungo processo, che va dallo scatto, ad un’oculata post produzione, sino alla scelta dei materiali (carte pregiate, “pure” e in grado di offrire una resa d’immagine superiore) e all’esperienza dello stampatore, e non ultimo alla sua intesa con il fotografo, con cui collabora per ottenere il massimo dai file.

La coesistenza tra tecnologia, tecnica e passione dà vita ad una vera e propria Opera fotografica che risponde ai parametri di qualità e permanenza richiesti dal mercato dell’arte.

Se volete dare un’occhiata, qui trovate la nostra “bottega” di stampe fine-art d’autore, con relative cornici.